roberta_admin

Ultimo aggiornamento 11 Gennaio 2021

L’ortodonzia del paziente in età evolutiva: scienza ed esperienza

(0 valutazioni)
0 studente
L’ortodonzia del paziente in età evolutiva: scienza ed esperienza

Descrizione

Lo scopo del corso è insegnare le molteplici sfaccettature dell’ortodonzia del paziente in età evolutiva. L’infanzia, infatti, è un’età ideale per correggere una malocclusione, sia perché si può intervenire sulla direzione di crescita dento- scheletrica, sia perché la collaborazione dei bambini è decisamente maggior rispetto a quella degli adolescenti. I trattamenti risultano meno invasivi, meno costosi, più rapidi, ben facilmente sopportabili e spesso risolutivi. L’ortodonzia dei bambini in crescita non è nuova nel panorama, ma sta crescendo in modo esponenziale in questi ultimi anni, soprattutto grazie alla maggiore attenzione delle famiglie verso la salute orale dei loro figli. Il clinico deve imparare a osservare, fare diagnosi precoce anche dai piccoli
segni o sintomi, riuscendo così a intercettare, prevenire o ridurre i tempi di terapia non solo di molte malocclusioni, ma anche di varie malformazioni. Il clinico deve saper riconoscere quali sono i casi che beneficiano di un trattamento precoce, ma deve riconoscere anche quali casi non possono essere trattati precocemente, ma devono essere rimandati ad una età adulta dove si potranno perseguire, funzione, estetica e stabilità dei risultati. Durante le lezioni si illustreranno numerosi casi clinici trattati nel corso degli anni per ogni singolo argomento.


Le date

12-13-14 MARZO

14-15-16 MAGGIO

11-12-13 GIUGNO

9-10-11 LUGLIO

8-9-10 OTTOBRE

12-13-14 NOVEMBRE


Docenti:

Prof. Giuseppe MARZO

Laureato in Medicina e Chirurgia nell’Università degli Studi di Bologna il 31 Marzo 1984.
Ha conseguito il diploma di Specializzazione di Odontostomatologia il 18 Luglio 1989, con votazione 70/70 e lode. È professore di prima fascia nell’Università degli Studi dell’Aquila.
È direttore della Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia dell’Università degli Studi dell’Aquila.

Prof. Vincenzo QUINZI

Dopo il Diploma di Odontotecnico si laurea con lode, nel 2003, in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Consegue, inoltre, il Master in Terapia Ortognatodontica Gnatologica con lode e, successivamente, nel 2008, diventa Dottore di Ricerca in Chirurgia Sperimentale con lode. Nel 2011 consegue la Specializzazione in Ortognatodonzia, con lode.
Attualmente collabora, in qualità di docente, presso la Scuola di Specializzazione dell’Università degli Studi di L’Aquila, Direttore Prof. Giuseppe Marzo.

Dott.ssa Valentina Lanteri

Dopo la laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria nel 2002 consegue la Specializzazione in Ortognatodonzia nel 2005, entrambe con lode, presso l’Università degli Studi di Pavia, il Diploma Perfezionamento in Odontoiatria Infantile presso l’Università degli Studi di Firenze nel 2008, il Master di II livello in Odontoiatria Infantile e Ortodonzia Intercettiva presso l’Università degli Studi di Pisa nel 2009 e il Master di II livello in Benessere, Alimentazione, Sonno e Medicina Termale, presso l’Università degli Studi di Pisa nel 2010.
Nel 2017 ha ottenuto il Dottorato di Ricerca ( PhD ) in Oral Sciences presso Università di Milano. In campo accademico è stata dapprima Cultore della materia di Malocclusioni e Disfunzioni Cranio-Mandibolare dell’Ateneo della Magna Grecia e successivamente Professore a Contratto di Educazione all’Igiene Orale integrata agli Insegnamenti di Discipline Odontostomatologiche presso il Corso di Laurea in Igiene Dentale-Università di Pavia dal 2005 al 2013.
Attualmente è Post Doc Researcher presso il Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche dell’Università Degli Studi di Milano.
Ha al suo attivo numerosi corsi, relazioni congressuali ed è autrice e coautrice di numerose pubblicazioni scientifiche e testi di argomenti ortodontici.


Programma:

12-13-14 MARZO:

I quadri clinici dell’ortodonzia pediatrica, occlusione e malocclusione, sviluppo dell’occlusione, la crescita cranio-facciale e il trattamento ortopedico Raramente al giorno d’oggi un bambino viene visto dal dentista a permuta dentale completata; sempre più spesso, in seguito a una più diffusa consapevolezza sociale dell’importanza della
salute orale, la prima visita avviene in dentatura decidua o mista. Semeiotica e diagnosi ortodontica. Per porre una diagnosi di malocclusione dentale o dento-scheletrica si inizia con la lettura intraorale dei segni della malocclusione, per esempio la presenza di un morso crociato posteriore, accompagnandola all’interpretazione della faccia del bambino di cui si analizzano i tessuti molli.

Giuseppe Marzo
Vincenzo Quinzi

14-15-16 MAGGIO

Gli apparecchi di base delle prime due dentature

Nelle prime due dentature le apparecchiature base da utilizzare sono semplici e in grado di ottenere risultati prevedibili e predicibili in breve tempo. Per alcune di loro l’efficacia dipende dalla collaborazione dei piccoli pazienti e delle loro famiglie.

L’affollamento, ovvero la malocclusione più frequente

L’affollamento è la forma più frequente di malocclusione e ha una forte tendenza ereditaria; è così comune che i denti affollati sono la regola piuttosto che l’eccezione.
Negli Stati Uniti a cavallo degli anni ‘90 nell’ambito del NHANES III (National Health and Nutrition Estimates Survey) è stato condotto uno studio sulla prevalenza delle malocclusioni dentali su un campione di 14.000 soggetti rappresentativi della popolazione americana. Nell’occasione è stata valutata la prevalenza dell’affollamento a partire dalla terza fase della permuta.

Giuseppe Marzo
Vincenzo Quinzi

11-12-13 GIUGNO

Il morso crociato posteriore e le malocclusioni sul piano trasversale

Il morso crociato posteriore mono-laterale, comunemente definito cross bite (XB), è una delle malocclusioni più frequenti ed è la conseguenza di una discrepanza della dimensione trasversale tra i due mascellari caratterizzata da un’arcata superiore contratta rispetto all’inferiore. Durante i movimenti di chiusura la mandibola, al fine di evitare interferenze occlusali, è costretta a deviare da un lato, inducendo così un compenso muscolare.

Giuseppe Marzo
Vincenzo Quinzi
Valentina Lanteri

9-10-11 LUGLIO

L’overjet aumentato e le malocclusioni di I e II classe sul piano sagittale

In individui con occlusione e rapporti scheletrici normali, l’entità della crescita del mascellare superiore e della mandibola è equilibrata e sincronizzata. Il loro profilo risulta piacevole e ben bilanciato.

Il morso inverso e le malocclusioni di III classe sul piano sagittale

Rappresenta una malocclusione che può essere limitata solo ai denti o essere la spia di una disgnazia scheletrica di III classe. In questo caso la discrepanza può caratterizzarsi per retrusione del mascellare superiore o per avanzamento dell’inferiore o per una combinazione di entrambi.

Giuseppe Marzo
Vincenzo Quinzi

8-9-10 OTTOBRE

Il morso aperto nelle abitudini orali e il bruxismo, il morso aperto e il morso coperto:
le malocclusioni sul piano verticale

Lo sviluppo di una malocclusione, analogamente alla crescita fisica, va considerato come “il prodotto di un’interazione fra la proliferazione cellulare geneticamente controllata e le influenze ambientali che modificano il programma genetico”.

Giuseppe Marzo
Vincenzo Quinzi

12-13-14 NOVEMBRE

Anomalie dentali e quadri clinici riscontrabili nei vari tipi di malocclusione

Nelle prime due dentature sono reperibili situazioni cliniche che possono riguardare i singoli denti (quali per esempio l’agenesia), la loro permuta, la loro posizione e la loro perdita precoce o altre rare anomalie eruttive.

Il canino superiore: quando sospettarne il rischio di inclusione in dentatura mista e
come intervenire

Dopo i terzi molari, i denti che vanno incontro più frequentemente a inclusione ossea sono i canini superiori e sta all’ortodontista, quando possibile, intercettare questa eventualità, favorendone, invece, l’eruzione in arcata.

Giuseppe Marzo
Vincenzo Quinzi

Ora delle lezioni:

Venerdì

09.00 – 11.00 Lezione
11.00 – 11.30 coffee break
11.30 – 13.00 Lezione
13.00 – 14.30 pranzo
14.30 – 16.00 Lezione
16.00 – 16.30 coffee break
16.30 – 18.30 Lezione

Sabato

09.00 – 11.00 Lezione
11.00 – 11.30 coffee break
11.30 – 13.00 Lezione
13.00 – 14.30 pranzo
14.30 – 16.00 Lezione
16.00 – 16.30 coffee break
16.30 – 18.30 Lezione

Domenica

09.00 – 10.30 Lezione
10.30 – 11.00 coffee break
11.00 – 13.00 Lezione


Argomenti trattati:

• I quadri clinici dell’ortodonzia pediatrica, occlusione e malocclusione, sviluppo dell’occlusione, la crescita cranio-facciale e il trattamento ortopedico
• Semeiotica e diagnosi ortodontica
• Gli apparecchi di base delle prime due dentature
• L’affollamento, ovvero la malocclusione più frequente
• Il morso crociato posteriore e le malocclusioni sul piano trasversale
• L’overjet aumentato e le malocclusioni di I e II classe sul piano sagittale
• Il morso inverso e le malocclusioni di III classe sul piano sagittale
• Il morso aperto nelle abitudini orali e il bruxismo, il morso aperto e il morso coperto: le malocclusioni sul piano verticale
• Anomalie dentali e quadri clinici riscontrabili nei vari tipi di malocclusione
• Il canino superiore: quando sospettarne il rischio di inclusione in dentatura mista e come intervenire


Esercitazioni pratiche:

• Esame Cefalometrico
• Previsioni di Crescita
• Analisi dello Spazio
• Esercitazioni pratiche su Typodont e su paziente per quanto riguarda inserimento delle bande 16-26 e 4 bks sugli incisivi per un 2×4
• Esercitazioni pratiche per formare una Barra Palatale sua attivazione


SEDE DEL CORSO E GESTIONE ISCRIZIONI:

MT ACADEMY, via Calamandrei n. 6 – 74121 Taranto
cell. 3209380284 / 3475605475
email: education@mtdentalclinic.it


Obiettivo Formativo

18 – Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

Curriculum

Il Curriculum è vuoto

Docente

Usa Avatar
( 0 )
0 Recensioni
0 studenti
27 Corsi

Recensioni

5 stelle
0
4 stelle
0
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stelle
0
2.5
0 recensioni

Scrivi per primo la recensione per “L’ortodonzia del paziente in età evolutiva: scienza ed esperienza”

Entra in contatto con MT Dental Clinic

Questo corso è prodotto dalla MT Dental Clinic.
Se vuoi avere maggiori informazioni in merito compila i tuoi dati qui sotto e verrai ricontattato il prima possibile dal nostro personale preposto.